domenica , dicembre 16 2018
Home / articoli / Microsoft surface pro 3

Microsoft surface pro 3

Microsoft surface pro 3

Ogni volta che considero l’acquisto di un tablet mi chiedo se ne esista uno abbastanza potente da elaborare foto e al tempo stesso compatto da non appesantire lo zaino fotografico. Se fino a pochi anni fa il notebook era una scelta obbligata, oggi esistono alternative più compatte e leggere ma altrettanto potenti e versatili: tablet, ultrabook, ibridi con o senza touchscreen stanno letteralmente invadendo il mercato con versioni adatte ad ogni settore tra cui quello fotografico, che rimane un campo molto ambito anche se difficile da soddisfare per via delle grandi risorse hardware da mettere in gioco. Microsoft ha sorpreso un po’ tutti durante la presentazione del Surface Pro 3  e basta leggere le caratteristiche per capirne i motivi, pretende di essere un top class e vuole guadagnare il primo posto nei sogni dei fotografi itineranti.. e dopo 15 giorni di test le sorprese non sono mancate!

Introduzione

Per le mie necessità durante le lunghe escursioni fotografiche ho maturato l’idea che un dispositivo portatile non debba superare il chilogrammo di peso e nemmeno occupare troppo spazio nello zaino, il mio vecchio computer portatile non rientrava in questa categoria rimanendo sempre più spesso a casa; mi sono messo quindi alla ricerca di un dispositivo leggero ma sufficientemente performante e abbastanza resistente da essere trasportato in uno zaino da montagna; il cerchio si è stretto attorno a 3-4 dispositivi tra i quali l’oggetto di questa recensione: il Microsoft Surface Pro 3.

microsoft surface pro 3

La prima cosa che ho notato del microsoft surface pro 3 è la una staffa posteriore richiudibile chiamata kickstand che garantisce un’ottima flessibilità nella regolazione dell’angolo dello schermo che fa da piedistallo annullando ogni rischio di ribaltamento, l’angolo di utilizzo è molto ampio e usandolo sulle gambe è comunque confortevole, insomma l’idea è brillante ed è molto comoda da usare.

La scocca del microsoft surface pro 3 è molto ben realizzata e i materiali sono di ottima qualità, esiste una sola versione grigio/argento e pesa solo 850 grammi mentre l’hardware può essere scelto in base alle proprie esigenze: si parte da un processore intel i3 con 4 gb di ram fino alla più potente versione dotata di un i7 con 8gb di ram e ssd fino a 512gb, tutti i processori sono nella versione Ultra low voltage per consumare poco pur garantendo performance sufficienti. Il tempo di adattamento,rispetto al classico portatile, è stato rapido e utilizzare tutti i software windows per la fotografia su di un tablet è una vera comodità: photoshop, lightroom, helicon Focus per windows, Zerene etc etc. Inoltre il surface pro 3 ha uno spessore che è la metà di quella di un MacBook Pro e il 30% più sottile di un MacBook Air da 11 pollici.

microsoft surface pro 3

-Tastiera

La tastiera retroilluminata Type Cover Pro è venduta separatamente a 131 euro ed è disponibile in diversi colori tra cui un bel blu ciano che però è forse un po’ troppo delicato per un uso esterno, tende a sporcarsi e consiglio di puntare direttamente su quella nera; i forti magneti trattengono la typecover al microsoft surface pro 3 con forza e il tutto risulta molto omogeneo. E’ ricoperta da un simil velluto che ne aumenta la qualità percepita e la battuta dei tasti è abbastanza corta e con un feeling sufficiente.microsoft surface pro 3

La sensibilità del touchpad è buona anche se la superficie è piccola e avrei preferito  fosse più rigida come una vera tastiera da computer portatile e meno simile ad una cover per tablet: il tutto si disattiva automaticamente quando viene ripiegata sul display per proteggerlo. Certo, l’ideale resta collegare il surface pro 3 ad una vera tastiera e ad un mouse da tavolo quando c’è possibilità di farlo.

microsoft surface pro 3

Performance

Elaborare una fotografia  può richiedere diverso tempo anche per i computer desktop più recenti e tutto dipende dal peso del file, dal numero di livelli e filtri che vengono applicati con Photoshop. Poter contare su molta Ram è sicuramente un vantaggio e il microsoft surface pro 3 può offrirne al massimo 8 GB (non espandibile) con processore i5 o i7. L’unità di archiviazione è un ssd e la capienza può essere scelta tra 128-256-512 GB e non è sostituibile, è quindi necessario portare un disco esterno durante i viaggi medio/lunghi: in questo è più simile ad un tablet che ad un laptop.

microsoft surface pro 3

I Processori appartengono alla famiglia Ultralow voltage, che rappresenta la classe più efficiente in termini di risparmio energetico dell’intera famiglia CORE (i3-i5-i7). Il nome non deve trarre in inganno, non siamo di fronte ad un processore classico da desktop dai consumi elevati (65-84w) e nemmeno alle versione Mobile più spinte (30-45 watt) ma ad una linea pensata per consumare pochissima corrente pur mantenendo performance sufficienti, questi benchmark si riferiscono al modello con  i5 core 4300U. (2+2 Core e consumo dichiarato di soli 15 w)

Parlando di performance pure, il processore i5 4300U ultralow voltage consuma circa un terzo dei Core Mobile più spinti a fronte di performance nella media. L’impressione d’uso è buona e gestisce bene i file della d610, sia con photoshop (tornerò dopo sulla questione) che con lightroom ma la vera differenza rispetto ad un computer portatile la fa il touch screen che ho trovato comodissimo e reattivo; controbilancia la discreta usabilità della tastiera ed è stato piacevole scorrere le varie fotografie con un semplice tocco sul display permettendomi ad esempio di scartare velocemente quelle non a fuoco o venute male. La scheda video è integrata nel processore intel e gestite bene la risoluzione hidpi del microsoft surfacepro 3, ma non permette di usare giochi troppo esigenti o svolgere attività per lei troppo impegnative.  L’unità ssd ha fornito queste performance:

crystalmark Immagine3

Il microsoft surface pro 3 non rinuncia al raffreddamento attivo ed è dotato di una piccola ventola che entra in funzione quando si richiede molta potenza al processore intell haswell, ma grazie alla scocca in magnesio e al buon lavoro di design interno non fatica a raffreddarsi; non è comunque un tablet “fresco” e quando viene utilizzato intensamente fa sentire tutto il suo “calore” ma senza diventare fastidioso.

microsoft surface pro 3

L’autonomia dipende dall’utilizzo e il surface pro 3 non è mai sceso sotto le 3 ore arrivando a punte di 7, mentre per la ricarica completa ci vogliono circa due ore e mezza con batteria completamente scarica; avrei comunque preferito una batteria sostituibile al posto di questa integrata da 5500 mAh. L’alimentatore ha un attacco magnetico.

microsoft surface pro 3

– Impressioni d’uso

Il surface pro 3 è davvero compatto e bello da usare ed è rapidissimo nell’accendersi; in attesa della bella stagione e delle lunghe scampagnate ho sfruttato qualche giornata di bel tempo per portarlo al lago assieme alla reflex: nello zaino occupa poco spazio ed è davvero leggero (per l’hardware che offre). Ho scattato questa foto mentre aspettavo l’arrivo del traghetto 🙂

microsoft surface pro 3

Focus stacking con helicon remote: a differenza della maggior parte dei tablet è possibile installare la versione desktop (windows) e poter utilizzare il retouch di zerene software con il pennino è davvero piacevole.

microsoft surface pro 3 (61)   microsoft surface pro 3 (63)

La batteria copre bene la durata di una lunga sessione di scatti e la luminosità del monitor è sufficiente per contrastare le giornate abbastanza assolate.

-Connessioni

Lo scrivo subito per togliermi il peso: manca il lettore sd;  questo è un colpo basso per noi fotografi che facciamo largo uso di queste schede, soprattutto ora che equipaggiano anche reflex professionali come la d810; purtroppo l’unica usb3 disponibile sul microsoft surface pro 3 non lascia scelta: ci vuole un lettore di schede esterno che faccia anche da hub usb.  Alcuni Hard disk esterni consumano troppa corrente e necessitano di una ulteriore porta usb: poco male perchè l‘alimentatore del microsoft surface pro 3 dispone di una porta aggiuntiva usb da 5w. Si può acquistare anche un Hub alimentato come il Bidul 4-1 con porta micro usb alimentata da collegare all’alimentatore del surface pro 3 e che dispone anche di un lettore Sd, ma copre la display port. In alternativa  si può acquistare un semplice cavo USB  a Y . Ho creato alcune soluzioni per risolvere il “problema”.  Verificate sempre la compatibilità con il vostro hard disk prima di usare un cavo a Y, potrebbe danneggiarsi!

 

Il microsoft surface pro 3 è inoltre dotato di uscita video mini display port e può pilotare monitor UHD/4k e di un lettore MicroSD, il cavo non è compreso e va acquistato separatamente.

microsoft surface pro 3

microsoft surface pro 3

 

-Penna attiva

Surface pro 3 può essere usato come tavoletta grafica ma a differenza dei precedenti modelli necessita di una penna attiva al posto di quella passiva e va acquistata separatamente; è quindi dotata di due batterie separate di cui una per attivare il pulsante superiore a tappo che si usa per svegliare il dispositivo e attivare alcune funzioni di One note e l’altra per attivare le funzioni di scrittura (formato pila micro AAAA ). Il motivo di questa scelta è dettata principalmente dallo spessore del dispositivo, per evitare di superare il centimetro hanno utilizzato un modello N-trig DuoSense Pen2 da 256 livelli di pressione al posto della precedente wacom da 1024 livelli. La soluzione di N-trig unisce le funzionalità di un digitalizzatore attivo elettromagnetico a quelle di un digitalizzatore passivo capacitivo e l’unica scocciatura sarà quella di ricordarsi di comprare una batteria alcaline AAAA  di riserva. (durata stimata 18 mesi). E’ venduta separatamente a 54 euro.

Generalmente uso una tavoletta grafica bamboo wacom ed è la prima volta che elaboro una fotografia tramite un tablet, mi sono trovato bene perché finalmente posso usare la penna direttamente sull’immagine, certo bisogna fare pratica e la non perfetta gestione dello scaling da parte di photoshop complica un po’ le cose ma l’esperienza è sicuramente positiva, vi consiglio di mantenere un tratto leggero e di non premere eccessivamente sulla superficie. L’unico problema riguarda la mancanza di un alloggiamento interno al surface pro 3 dove poter riporre la penna, con la tastiera viene fornita un’asola di stoffa da attaccare sul retro del dispositivo ma sembra una soluzione di ripiego.

microsoft surface pro 3 (32)

Lo schermo disattiva il riconoscimento del tocco quando la penna si avvicina a meno di 1 centimentro e non c’è quindi rischio di attivare il tratto appoggiando la mano sulla superficie.  Segnalo due video interessanti dell’artista Brad Colbow dove spiega le differenze con wacom cintiq e ne evidenzia pregi e difetti Video1 Video2

Ovviamente il pennino può essere utilizzato con altre applicazioni come powerpoint, word, illustrator etc etc  e due di queste sono incluse nel prezzo: Microsoft One note e fresh paint. Di seguito l’immagine mostra il Surface pro 3 collegato all’Eizo cx271 in modalità di duplicazione schermo.

microsoft surface pro 3 (31)

– Analisi display

Il pannello samsung da 12 pollici ips w-led con una risoluzione di 2160 x 1440, il dpi di 216 è quindi elevato e la massima luminanza raggiunta è di 371 cd/m2  . La è superficie lucida e il gamut copre al 94 % l’sRGB/rec 709 ed è l’ideale per un utilizzo web-oriented.

gamut

Immagine2

gamut3d

Non posso parlare di successo per via dei DeltaE, anche se son certo che i risultati sarebbero migliorati con un profilo di autocorrezione della sonda adeguato.

Measurement Report 2.6.0.0 — 120QL01-001 @ 0, 0, 1080×720 — 2015-04-10 16-08 srgb5

Qui sotto ho messo in evidenza l’effetto Bleeding: punti di luce lungo la cornice verso il pannello.

microsoft-surface-pro-3

Si può notare anche del Glow, ma non è eccessivo.

microsoft-surface-pro-3
Courtesy NASA/JPL-Caltech.

Considerazioni finali

Microsoft Surface Pro 3 è un ibrido Laptop/tablet tra i più riusciti in commercio e presenta molte caratteristiche particolarmente interessanti come il display samsung da 12 pollici touch hidpi con tecnologia n-trig di quarta generazione, anche se presenta alcune lacune emerse durante la calibrazione e pur essendo glossy il display copre quasi del tutto il gamut srgb e l’ips glow è nella media. L’hardware è più potente di un classico tabletla e la tastiera type cover è buona anche se delicata per via della superficie simil tessuto.
La domanda potrebbe essere: a quale categoria di prodotto appartiene il surface pro 3? Per dimensioni siamo al limite superiore della categoria Tablet e sembra a tutti gli effetti un vero notebook con touch screen e tastiera removibile, ultrabook può quindi essere il termine perfetto. Il prezzo è importante, la tastiera e la penna vengono venduti separatamente ma questo dispositivo è unico nel suo genere tanto che microsoft lo considera d’élite che non mira alla fascia consumer. Le criticità principali in campo fotografico possono essere indicate nel lettore di schede sd e volendo anche la singola usb3. Il surface pro 3 è un ultrabook  sufficientemente potente da svolgere tutte le operazioni di fotoritocco tipiche dei computer portatili di bassa- media potenza, con il plus del pennino che lo trasforma in una tavoletta grafica, tenendo a mente che l’unità di archiviazione è al massimo di 512 GB è consigliabile l’acquisto di un disco esterno come questo Adata 1TB a Standard militare IPX7 o di una  Samsung micro sd.

Versione disponibile 2016: Questa

In conclusione consiglio il Microsoft surface pro 3 a tutti quei fotografi che non vogliono rinunciare alle applicazioni di windows, che viaggiano molto e percorrono lunghi sentieri dove ogni grammo di massa risparmiato vale oro ma attenzione: il touchscreen N-tring crea dipendenza 🙂

–> Mi avete chiesto un consiglio per iniziare ad elaborare le foto con il piede giusto, io vi consiglio questo libro che reputo tra i migliori per chiarezza e numero di esempi proposti. Provatelo!

 

microsoft surface pro 3 (56)

Specifiche della versione in prova:

  • Processore Intel Core i5-4300U (1,9 GHz, dual-core, fino a 2,9 GHz con Turbo)
  • 4 GB di memoria RAM
  • Disco SSD da 256 GB
  • misure 20,14 x 29,21 x 0,9 centimetri
  • Grafica integrata Intel HD4400
  • una porta USB 3.0; una porta miniDisplayPort; lettore microSD (fino a 128 GB), jack audio da 3,5 mm
  • Schermo samsung 12,0 pollici W-LED con risoluzione 2160×1440 pixel, formato 3:2, lucido antiriflesso
  • Digitalizzatore N-Trig DuoSense di 4a generazione con 256 livelli di pressione più multitocco capacitivo a dieci dita
  • 1 USB 3.0; 1 miniDisplayPort e 1 lettore microSD (fino a 128 GB),
  • jack audio da 3,5 mm
  • Due fotocamere da 5 MP
  • Connettività senza fili Marvell 802.11a/b/g/n/ac (dual-band) con Bluetooth 4.0 (supporto a Miracast)
  • Scheda audio Realtek con altoparlanti stereo frontali
  • Giroscopio, accelerometro, bussola, sensore di luce ambientale.
  • Modulo TPM 2.0
  • Due videocamere da 5 MP
  • Batteria non sostituibile da 5500 mAh (7,6 V)
  • Sistema operativo Microsoft Windows 8.1 Pro a 64 bit
  • Dimensioni: 290 x 201 x 9,1 millimetri
  • Peso: 800 grammi

microsoft surface pro 3 (46)

Accessori consigliati:

Ti è piaciuta la recensione? Commenta qui sotto!

NON PERDETEVI LA MIA NUOVA GALLERIA FOTOGRAFICA SU 500PX E IL NUOVO FORUM !

About

Ciao! Mi chiamo Gabriel, sono un fotografo e blogger appassionato di tecnologia con mille idee in testa che cerco di trasformare in articoli e recensioni complete, esattamente come le vorrei leggere sulle riviste specializzate.

Check Also

Recensione Eizo cs2420 il nuovo monitor professionale a 10bit

Recensione EIZO cs2420 D opo il corredo fotografico l’elemento che più di tutti influenza tecnicamente …

Irix 15 mm: considerazioni personali

Irix 15: considerazioni personali Ha fatto parlare molto di se, l’interesse crescente verso l’obiettivo grandangolare …