Home / Articoli / Scateniamo la potenza dei 10 bit

Scateniamo la potenza dei 10 bit

Scateniamo la potenza dei 10 bit

Un miliardo di colori al posto dei classici 16,7 milioni, potrebbe bastare questa frase per capire il vantaggio offerto da un sistema a 10 bit, generalmente professionale, che correttamente installato evita di produrre quei brutti gradienti scalettati (effetto di posterizzazione) durante la creazione di contenuti grafici e in alcuni casi anche durante le elaborazioni fotografiche.

Chiariamo subito una cosa, la maggior parte delle immagini presenti nel web sono jpeg a 8bit e potreste pensare che tutto sommato non sia conveniente investire denaro in un monitor capace di visualizzare molti più colori e sfumature ma non è così, poter applicare filtri e modifiche ad un file raw visualizzando così tante tonalità può cambiare il modo di creare contenuti; non trovandoti più a combattere con la posterizzazione (o banding) puoi spingerti oltre i normali limiti imposti da un monitor classico e solo alla fine del processo convertire in un eventuale jpg oppure stamparlo disattivando velocemente i 10 bit per un controllo finale.

La cosa diventa ancora più evidente con i monitor wide gamut, sui quali è bene descrivere l’ampio volume del gamut con un numero sufficiente di informazioni evitando così i fenomeni di posterizzazione (banding) dovuti appunto alla mancanza di tonalità intermedie. Ecco come attivare i 10 bit.

10-bit

Messe a confronto, due elementi grafici creati con e senza la catena colore a 10bit, avranno subìto un diverso processo di elaborazione. In altre parole se durante l’elaborazione compare del banding (sarebbe più opportuno chiamarlo effetto di posterizzazione) l’utente si ferma e cambia processo mentre al contrario potrebbe continuare con le modifiche sulla foto con ovvie differenze sul risultato.

Di più, se in futuro dovessimo abbandonare il formato jpg anche nel web (speriamo), avremmo nei nostri archivi delle immagini già correttamente elaborate e pronte alla conversione. In fotografia la differenza é meno marcata perché spesso il rumore digitale combatte autonomamente il banding  che può comunque comparire nelle fotografie in bianco e nero.

Di cosa ho bisogno?

Per sfruttare i 10 bit per canale avremo bisogno di:

  • Un monitor che supporti i 10 bit con una connessione Display Port come gli Eizo ColorEdge , alcuni ma non tutti Nec spectraview , alcuni Dell/Asus/Benq.
  • Ovviamente una connessione displayport con relativo cavo Display Port, non usare DVI o HDMI
  • Una scheda video geforce GTX Nvidia o Nvidia Quadro o AMD Radeon Pro.
  • Windows 7 o superiore
  • Photoshop cs6 o superiore

Apple ha attivato i 10 bit su tutta la nuova gamma di prodotti con sistema operativo El capitan o successivo anche per schede video non professionali.

Installiamo il sistema

La procedura sotto elencata è rivolta ad un pubblico di esperti, se non avete dimestichezza con l’installazione hardware/software fatevi aiutare da un tecnico qualificato perchè, ovviamente, non mi assumo nessuna responsabilità.

  • Installa la nuova scheda video nel computer e collega il monitor tramite il cavo displayport.
  • Se possiedi una scheda video integrata disabilitatela da bios, ed eliminate i driver anche se pensate non venga utilizzata dal sistema operativo (basta renderla secondaria e non principale).
  • Disattiva temporaneamente l’antivirus, un utente ha avuto problemi con avg perchè bloccava dei file eseguibili.
  • Disinstalla i precedenti driver video: pannello di controllo -> programmi -> disinstalla (in windows)
  • Riavvia.
  • Se hai disinstallato una scheda Amd/Ati segnalo questa utility che elimina i file residui: è una utility mediamente aggressiva, vi consiglio di salvare i dati personali e fare un backup del sistema prima di usarla, il sistema operativo potrebbe infatti corrompersi.
  • Scarica ed installa i nuovi driver per la vostra nuova scheda: driver Nvidi o driver AMD
  • Riavvia.
  • Impostazioni del Pannello Nvidia

Scegli la scheda giusta: Nvidia GTX, RTX o Nvidia Quadro – Aggiornamento 2019

Esistono diverse schede Nvidia che supportano i 10 bit per canale, anche gaming, essenzialmente sono divise per generazioni: Pascal, Volta e Tesla. Le differenze in termini architetturali sono notevoli, in questa tabella sono elencate le principali differenze. (fonte https://graphicscardhub.com/turing-vs-volta-v-pascal/)

GPU Architecture -> Pascal Volta Turing
GPU Manufacturer Nvidia Nvidia Nvidia
Fabrication Process 14nm / 16nm 12nm 12nm
CUDA Cores Yes Yes Yes
Tensor Cores NA Yes Yes
RT Cores NA NA Yes
Memory support DDR4, GDDR5, GDDR5X, HBM2 HBM2 GDDR6
VR Ready Yes Yes Yes
VirtualLink (USB Type-C) NA NA Yes
Multi-GPU support Yes (in high end cards), SLI and NVLink NVLink 2 NVLink 2 / NVLink SLI
Graphics Cards GeForce 10 series, Nvidia Titan X, Nvidia Titan Xp, Quadro P series workstation graphics cards, Quadro GP100 Nvidia Titan V, Quadro GV100 Quadro RTX 8000, Quadro RTX 6000, Quadro RTX 5000 / RTX series graphics cards
Applications Gaming, Workstation Artificial Intelligence (AI), Workstation, Datacenter Artificial Intelligence (AI), Workstation, Gaming

MODELLI CONSIGLIATI

Scheda Gaming Nvidia

Schede Professionali

Tutte le soluzioni elencate supportano risoluzioni 5120×2880 (5K) e per la RTX 7680×4320, il processore è  il buon “vecchio” Pascal a parte le soluzioni RTX che montano il nuovissimo e molto avanzato Turing. Ho scremato molti modelli a mio avviso inutili nella lunga lista di offerte Nvidia. Questo elenco racchiude le soluzioni da prendere in cosiderazione per creare un ambiente a 10bit per canale.

Impostazioni di photoshop

Attiviamo i 10 bit nelle impostazioni di adobe photoshop

  • Per photoshop cs6 in su.

Photoshop impostazioni

Photoshop impostazioni

  • Clicchiamo su Advance setting

Photoshop impostazioni

  • Attiviamo i 30 bit.

Testiamo i 10 bit

  • Per windows 7, la prova dello screen shot: 1- Schiacciate il tasto “stamp”  2- Aprite paint brush di windows 3- CTRL+V , se l’immagine è visibilmente corrotta i 10 bit sono attivi.
  • Apriamo questo file con photoshop e se non ci sono bande verticali i 10 bit sono attivati.
  • Scaricate ed eseguite il test 3d, se notate differenze di banding tra le due finestre visualizzate i 10 bit funzionano.

 Cosa fare se i test falliscono

  • Per prima cosa controllate nelle impostazioni della scheda siano selezionati 60hz e non 59hz per farlo cliccate con il tasto destro sul desktop e cliccate su risoluzione dello schermo, poi su avanzate ed infine selezionate la cartella monitor in alto. A questo punto controllate che siano attivi i 60hz, altrimenti selezionateli, cliccate poi su applica e RIAVVIATE IL COMPUTER! Rifate poi il test della Nec, se non dovesse funzionare passate sotto.
  • Disabilitate le trasparenze di windows 7 aero  oppure (per windows 8)
  • Riavviate.
  • Disinstallate i driver della scheda video intel, se avete un processore intel core con scheda grafica integrata; dopo averlo fatto reinstallate i driver ati/nvidia.
  • Esiste una utility che elimina completamente ogni residuo dei vecchi driver, che sia amd/geforce/intel ed è molto aggressiva e potrebbe essere dannosa per il computer e ovviamente non mi assumo nessuna responsabilità per l’utilizzo, salvate i dati personali e fate un backup del sistema prima di usarla. Pagina di download
  • Ho avuto problemi con Kaspersky antivirus.

10 bit o 30 bit?

Capita di trovare la dicitura “monitor a 30 bit” ma è semplicemente un diverso modo di chiamare i 10 bit riferendoli però a tutti e tre i canali R G B:  10×3= 30. Questa modalità è anche conosciuta come Deep Color.

Le impostazioni di windows dicono 32 bit true-color, sono meglio dei 30 bit?

No, sono semplicemente 24bit (cioè 8 bit x 3) a cui vengono sommati altri 8 bit dedicati al canale alpha e leggendo con attenzione si scopre la dicitura: 16,7 milioni di colori.. cioè 8bit! Questa modalità si chiama True Color. (E non Deep Color!)

10

Cosa c’entrano i bit con il numero dei colori?

E’ una semplice formula matematica: se il tuo sistema è un Deep Color (10 bit) avrai, per ogni canale, 2^10 colori (due elevato alla decima potenza) = 1024 colori. Siccome hai tre canali: il Rosso, il Verde e il Blu = 1024 x 1024 x 1024 = 1,073 miliardi di colori 🙂

Svantaggi?

Esistono anche degli svantaggi ad attivare i 10 bit

  • impossibilità di fare screenshot (windows 7)
  • perdita delle trasparenze del tema di windows

La relativa complessità di attivazione dei 10 bit e la non completa compatibilità con tutti i sistemi operativi sottolinea uno scarso interesse da parte delle software house verso questa interessante caratteristica e la relega, purtroppo, ad una nicchia di mercato fatta di professionisti. Reputo questa scelta sbagliata, ma il costante aumento di monitor 10bit mi fa ben sperare per il futuro.

Conclusioni

Servono davvero i 10 bit per canale? Non é un caso che Apple abbia attivato i 10 bit per i display retina che coprono lo spazio colore Dci-p3 perché, come spiegavo sopra, ne descrivono meglio il grande volume, quindi possono avere riflessi positivi nella creazione di contenuti grafici e in alcuni casi anche nella elaborazione di immagini digitali. Per quelle elaborazioni che richiedono esclusivamente un workflow a 8bit é possibile disattivare la funzione deep color direttamente da photoshop.

-> Ho un messaggio per te <-

Ho ricevuto moltissimi messaggi di richiesta per i libri sulla gestione del colore/calibrazione e sulla fotografia. Ve ne consiglio tre:

  • Questo è semplicemente il miglior libro, per chi inizia a fotografare, che abbia mai letto riguardante sia la fase di scatto che la comprensione dell’esposizione fotografica. É per principianti con qualche chicca per gli intermedi. Gli avanzati invece lo tengono in libreria, sfogliandolo di tanto in tanto in modo terapeutico dopo ore di postproduzione. L’autore è un vero fotografo che svolge questa professione da almeno 30 anni. La prima edizione usci nel 1990! La mia preferita è la terza revisione, ma è in inglese.
  • Photoshop si sa, può essere una “brutta bestia” da domare e questo libro ne spiega i dettagli in modo chiaro. Permette a tutti di farsi velocemente un’idea chiara sul mondo della correzione del colore.
    • La gestione del colore è mondo multi disciplinare a volte complesso, mi sento quindi di consigliarvi il libro di Tom Ashe perchè risulta relativamente semplice da comprendere. Può essere suddiviso in capitoli e ripreso tante volte, in modo da trovarvi preparati quando frequenterete un mio workshop sulla gestione del colore 🙂

About

Fotografo e blogger appassionato di tecnologia con mille idee in testa che scrive articoli e recensioni complete, esattamente come le vorrebbe leggere sulle riviste specializzate.

Check Also

I 7 libri fotografici da avere assolutamente

Quando inizi c’è solo Bryan Peterson L’autore è un fotografo vero, che calca le scene …

EIZO CG279X il top di gamma 27 pollici. Recensione completa.

Dopo il successo del modello di punta CG277 la casa giapponese EIZO presenta il suo …

67 comments

  1. Ciao, sarebbe bello precisare nel tuo bello articolo che le schede grafiche AMD andrebbero aggiornate all’ ultima versione inserita per data dal costruttore; nel mio caso avendo la scheda FirePro v4900, il sistema di rilevamento automatico aggiornamento dei driver AMD mi dava ultima versione utilizzata, manualmente ho scaricato direttamente dal sito AMD la versione con data più vicina, ma non beta!, ora con la prova che tu indichi posso dire di avere i 10 bit che prima non riuscivo ad ottenere.

  2. Ciao il brand è SAPPHIRE , purtroppo non mi sono segnato la versione inizialmente installata del driver che comunque con windows 8.1 64bits si è installata in automatico, poi dopo aver aggiornato con la versione “14.301.1010-whql-firepro-windowsx32x64-retail” sito AMD, è funzionata la prova 10bits.

  3. Ciao Wazer, inanzitutto mi complimento per tue recensioni poi avrei 2 domande da porti:
    la scheda video Ati firepro v3800 è a 10bit ?
    Il programma Nikon Captur NX2 v 2.4.7 supporta i 10 bit, se si come li attivo ?
    Grazie

    • Ciao, altra domanda, con la scheda v4900 o la nvidia k420 è possibile pilotare 2 monitor con regolazioni deverse ? Mi spiego meglio, un monitor Eizo cs240 a 10 bit wide gamut e un monitor samsung 8 bit sRGB il primo ad uso fotografico ed il secondo per uso comune ( internet office )
      Grazie

  4. Ciao
    ultima domanda, per un uso prettamente fotografico è meglio Ati firepro o Nvidia Quadro ?

    • Sono identiche da quel punto di vista e l’unico plus che ottieni a livello fotografico è l’attivazione dei 10 bit. Le differenze risiedono nel numero di porte, nella potenza di calcolo, nel prezzo e i driver.

  5. Dalle descrizioni sembra che senza displayport non si possano sfruttare i 10 bit. C’è la possibilità di gestire i 10 bit tramite dvi o adattatore dvi/displayport?

  6. Ciao, ottima guida. ho una scheda nvidia non pro. Però ho trovato delle opzioni che potrebbero essere utili allo scopo. Eppure dopo averle attivate non sono riuscito ad avere i 10 bit (ho fatto la prova del psd aperto su photoshop).
    Ti allego uno screenshot del pannello nvidia.
    Tral’altro ho notato che su questo pannello era settato come intervallo dinamico dell’input il valore “limitato” che poi ho spostato su “massimo” immagino di aver fatto correttamente?! (ps nello screenshot c’è anche l’indicazione di cosa si intende per massimo e limitato).
    Grazie.

    https://dl.dropboxusercontent.com/u/197850/Cattura.PNG

  7. giancarlo sfocopoco

    Ciao,
    bella guida. Ti vorrei chiedere, sai se ci sono portatili che sfruttano questa tecnologia?

  8. Ciao, Grazie per la guida. E’ però incentrata su Windows.
    Per i Mac cosa si può fare?

  9. Posso chiederti una cosa. Io ho un monitor che supporta i 10 bit ma adesso sono indeciso su una Quadro k1200 e tra una k2200. La K1200 però ha le mDP (mini display port 1.3) sono compatibili queste con i colori??

  10. Raffaele RafBird Maiorino

    ciao, grazie per il tutorial. ho due monitor Eizo cx270 e ho approfondito questa funzionalità e le accelerazioni grafiche comprando una scheda piccolina una FirePro w2100.

    ottimo il 10bit, peccato che win non lo supporti bene ma su PS va un amore!

    di questa scheda mi ha sorpreso l’accelerazione grafica su LR: avevo una GTX 460 un po vecchiotta e sono rimasto sbalordito dalla differenza.

    uso il pc principalmente per post produrre ma ogni tanto gioco. non faccio video, non faccio 3D… diciamo che uso l’OpenCL con photoshop e l’OpenGL con lightroom.

    casualmente faccio un po di gaming ma è veramente una rarità, quella volta ogni paio di anni che esce il titolo che mi piace (come ad esempio Fallout4)

    avendo provato questa W2100 (che avevo comprato per l’ufficio) ora sono indeciso su quale prendere per casa!

    Ho visto che le nuove ATI R9 supportano il 10 bit (funziona allo stesso modo delle FirePro?) e che supportano anche l’OpenCL 2.0 e l’OpenGL non so se prendere una bella scheda da gaming ed usarla con per usi professionali (LR e PS esclusivamente) oppure una FirePro ed usarla anche per giocare ogni tanto.

    Ho una WS Xeon Esacore con 24gb di ram.

    diciamo che avrei un budget per la GPU tra i 400 e i 500 euro… guardavo le firepro e le quadro di questa fascia di prezzo e mi sembrava che erano principalmente fatte per il rendering, il 3d ed il video.

    un consiglio? Grazie

    • Ciao Raffaele,
      hai verificato di persona i 10 bit con le r9? E’ da un po’ che gira questa voce sui forum ma non ho trovato una vera conferma ne con il test Ramp ne con il nec3d.

      Fino ad oggi solamente con le quadro e le firepro è stato possibile attivare il deepcolor in ambiente windows e per il tuo budget ci sarebbe la quadro k1200 nuova della pny, ne esistono due versioni (cambiano gli adattatori) ma entrambe necessitano di staffa atx acquistabile separatamente su ebay. Mi trovo bene, qui alcuni benchmark http://www.wazer.eu/forumfotografia/index.php?/topic/30-schede-provale-la-pena/

      • Raffaele RafBird Maiorino

        ciao, grazie per la risposta. non ho verificato che le R9 supportino il 10bit, ho letto qua e là un po di voci… devo provare a chiedere a qualcuno che ce l’ha per vedere se nel pannello c’è l’opzione.
        per il tuo consiglio, grazie… io ero effettivamente orientato verso la PNY K2200 che è nel mio budget, magari con questa gpu posso anche giocare quella volta ogni tanto.

        solo che leggevo che per l’uso fotografico che devo fare io, forse sono meglio le firepro. Leggevo che le firepro sono più adatte per l’OpenCL / GL mentre il CUDA delle quadro è più adatto al render e al 3D.

        cosa mi consigli?

      • Raffaele RafBird Maiorino

        ciao, ho verificato di persona, ho preso una R9 su Amazon la 390 … grande scheda, ho abilitato la Profondità del colore predefinita su 10BPC. Ho abilitato su photoshop il 10 bit ma vedo le bande. ho scaricato l’exe che hai fornito (il nec) e dice che il 10 bit non è supportato.
        e pure leggendo su un forum ufficiale ATI continuano a dire che questa abilitazione abilita i 10 bit.
        consigli?

        • Ciao, ma scusa quali prove portano a loro favore? C’è qualcosa di concreto che dimostri la loro tesi?.. Altrimenti l’unica alternativa rimane comprare le quadro e le firepro, almeno in ambito windows.

  11. Ciao ragazzi, ho recentemente comprato un U28E590D (Samsung UHD), dalle specifiche è riportato che supporta i 10 bit e quindi il miliardo di colori (anche se magari ad 8+2).
    Ora dopo vari settaggi (pannelo nvidia 10-bit abilitato – displayport 1.2 dalla scheda al monitor etc – sistema operativo win 10 64 bit), andando nelle proprietà della scheda/monitor tramite Windows, ho notato che è selezionata la modalità 3840×2160 a 60hz e 16,8 milioni di colori…ma non dovrebbe comparire una risoluzione che comprende 1.07 miliardi di colori?…premetto che la scheda video è una Gtx 760 aggiornata con i driver 361.75 e quindi non professionale, ma leggendo in giro ho saputo che Nvidia ha abilitato il supporto ai 10 bit anche nella serie GTX e non più solo alle Quadro.
    Qualche delucidazione? grazie

    • Ciao Vincenzo, l’unico modo per verificare l’attivazione dei 10 bit è quella di aprire un gradiente in photoshop, come il file rampa.psd e osservare l’assenza del banding. C’è anche un file eseguibile della nec che ne verifica il funzionamento a livello di sistema operativo, ma è molto strano che le nvidia consumer/gaming possano attivare questa funzione in ambiente windows.

      • Si, continuano ad esserci bande aprendo il 16 bit su Photoshop….suppongo sia la gtx 760 il problema a questo punto, nonostante ci sia la possibilità di attivare il 10-bit dal pannello di nvidia. Pensavo che finalmente nvidia avesse abilitato la possibilità del miliardo di colori sulle gtx ma le quadro rimangono l’unico modo ad oggi mi sa

        • Ma si infatti non ero molto convinto che quell’opzione indicasse i 10 bit per canale e questa è un’ulteriore prova, anche per Amd girava voce di modifica del registro ma non ho mai trovato conferme attendibili. Restano le quadro e le firepro 🙂

  12. Ciao ho seguito con alla lettera la tua guida ma non riesco ad attivare i 10 Bit.

    Scheda video Quadro K420 e monitor Eizo CS240 Hai consigli da darmi ?

    • Ciao, mi servono più dati del tuo sistema tipo: sistema operativo, versione del driver nvidia etc etc. Hai eseguito la pulizia completa del driver nvida con l’utility che ho linkato nell’articolo? Usi una dispaly port?

      • Ciao, Windows 7 Ultimate – Driver Nvidia 354.42 – CPU i5 2500 MatherBoard Gigabyte Z68XP-UD4-Ram 12 Gb-DisplayPort
        Ho eseguito la pulizia con l’utility ma in modalità SafetyMode

        • disattiva da bios la hd2000 e assegna a pci-e l’esclusiva video. elimina i driver intel video e nvidia tramite il programmino (fai prima un backup del sistema per sicurezza). Reinstalla nvidia driver

          • Ciao, la scheda video da bios era già disattivata,ho cancellato tutti i driver, con il programmino, li ho reinstallati ma non è cambiato niente. A quel punto ho preso un’altro pc,più vecchio,l’ho formatato completamente ho installato Win 7 i driver nvidia, Photoshop cs6 e come per magia sono apparsi i 10bit. Probabilmente c’è qualche programma o vecchi driver che interferiscono con i 10bit. Vado di formattazione profonda reinstallo tutto e dovrebbe essere tutto a posto. Ti ringrazio ancora della consulenza tecnica e di tutti i tuoi articoli che trovo fatti molto bene.

          • Capita con windows 7 di dover fare così, a volte anche con 8.1!

  13. Se si volesse usare un doppio video con il principale a 10 bit e il secondario a 8?

    • Ci sono diverse opzioni, di quali monitor stiamo parlando? Quale hardware hai?

      • volevo acquistare una scheda video a 10 bit ,ma dato che sono abituato alla comodità di 2 monitor volevo passare l’asus come secondario (8 bit) e utilizzare un primario a 10 bit.

        • Scusa il ritardo, dunque con una k620 http://amzn.to/2gBLFH1 in teoria potresti pilotare il monitor a 10 bit con la display port e l’altro con DVI. Se usi windows 10 puoi anche far convivere un 4k UHD con un fullhd. Prova, dovrebbe in funzionare.

          • mi sono informato …infatti e quella che volevo utilizzare… 10bit per canale sono un abisso in fotografia ed e un passo da fare.

            Il giorno 7 dicembre 2016 13:02, Disqus ha scritto:

          • sei stato gentilissimo grazie!

            Il giorno 7 dicembre 2016 13:05, Paolo Ratto ha scritto:

  14. Scusa Wazer, solo con Photoshop posso ottenere i 10 bit? CC Photoshop 2017 abbinato a Lightroom va bene per i 10 bit. Saluti e complimenti per il blog, Stefano

  15. FRANCESCO ALESSANDRINI

    Ciao, con monitor eizo 27″, un potente PC appena assemblato, windows 10, potrebbe andare anche la scheda:
    PNY invidia quadro K620 2gb GDDR3 SDRAM DA 2048X1536, costa 3€ + della fujitsu consigliata???????
    Grazie, splendide dritte utilissime credo a tutti, Francesco

  16. FRANCESCO ALESSANDRINI

    dimenticavo, PS C6

  17. Buonasera, ho appena installato il windows 10 e la Nvidia quadro k1200 con monitor asus mx27uq che supporta il 4k a 60hz e 10 bit. Ho collegato il tutto con displayport ma non riesco a configurarlo a 60hz e a 10 bit. Sia dalle proprietà della scheda video che dalle impostazioni di windows non sono disponibili profili in 4k a 60hz. Ho scaricato gli ultimi driver dal sito dell’nvidia e i driver del monitor ma nulla. Ho collegato come secondo schermo un full hd con cavo displayport to hdmi e funziona a 60hz, ovviamente in full hd.

    • Ho lo stesso monitor e stesso problema

      tu hai risolto ?

      v82antonio@gmail.com
      Grazie

      • molto strano, avete controllato le impostazioni 4k mst sst?

      • Io sono riuscito solo a portarlo a 60Hz, praticamente ho scollegato il secondo monitor, ho sistemato le impostazioni sul sony e ho impostato un profilo forzato. Dopo aver fatto questo ho collegato il il secondo monitor e via. Per i 10 bit non ci sono riuscito ma in fin dei conti anche se mi occupo di fotografia chi potrà mai vedere tra i clienti e fruitori delle mie immagini tutte le sfumature di colore? In effetti nn riesco a capirne il senso visto che la riproduzione in stampa e della maggior parte dei monitor non supportano i 10bit.

  18. Francesco Farinato

    Ciao a tutti, spero che qualcuno possa aiutarmi. Ho un eizo cg247x collegato in displayport e un vecchio monitor philips 190s collegato in dvi, entrambi su una nvidia quadro k620. Utilizzo win 7 64bit. Ho settato photoshop per i 10 bit ma comnque no passo il test di un gradiente medio grigio. In un primo momento vedo la sfumatura morbida, dopo un istante vedo il banding e la visualuizzazione rimane così,come un qualsiasi monitor a 8 bit. Com’è possibile? Grazie

  19. Buonasera!
    Possiedo un nuovo PC e sto cercando di attivare per la prima volta i 10 bit.
    Windows 10
    scheda video Quadro P600
    monitor Eizo CS2420 collegato con display port
    Photoshop CC 2018
    Ho provato i vari passaggi che hai elencato, ma l’immagine test appare sempre col banding, anche al “test NEC” non noto differenze tra i due riquadri.
    Cos’altro potrei tentar di fare?
    Grazie

  20. ciao, ma x lightroom c’è qualche beneficio nell’uso di una scheda Radeon pro WX5100 con i 10 bit attivi o no ?

  21. Salve, ho appena assemblato un pc con Nvidia quadro m2000 collegato ad un Eizo CS240.
    Ho seguito tutto il procedimento. Se cambio impostazioni a Ps con il file aperto non vedo i banding, appena chiudo e riapro ricompaiono. Ho il Kaspersky antivirus. Può dipendere da quello??? Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.